Demo ride MVAgusta

Dopo alcuni anni da questo evento, posso affermare tranquillamente, che questo è stato il miglior demoride a cui ho partecipato. L’esclusività e la “bellezza” dei mezzi provati è stato il massimo dell’arte tecnologica in tema di moto da corsa, la gamma MV F4 e F3 era presente in forza tutta! Certamente c’erano anche le naked Brutale, e tutto il resto della gamma, ma se devo andare in pista preferisco moto da corsa, non surrogati sportivi, come se dovessi andare a fare del fuoristrada vorrei una vera jeep e non un Q7! Sia io che mia moglie, abbiamo potuto provare la F4 standard, la RR, la F3 800cc e la F3 675cc La bellezza del demoride è stata che Mv non ha posto “limiti” alla prova se non il tempo di 20 minuti del turno, ma nessun limite per quanto riguarda il test, quindi con il coraggio d’avere tra le mano 200cv , ho cercato d’usarli tutti. In genere, perché aspetto smentita, mai nessuna casa motociclista da 20minuti “liberi” a comuni utenti motociclisti per testare il mezzo, al massimo 4/5 giri, con un istruttore da non superare, con un “maestro” da seguire, comunque un test calmierato, beh qui al demoride Mv fine della noia: come se la moto fosse la Vostra, con la responsabilità di non romperla, pena al massimo 500€ di franchigia, ragionevoli per mezzi da 20k euro dove tale franchigia è appena il cupolino in plastica. Non ho visto morti, ne feriti, tutti divertiti da questa formula, e se uno arrivava con la propria Mv, turno gratis ed entri in pista. Questo è un Demoride di un marchio premium, questa è una sensazione premium. Considerando che l’altro marchio italiano premium Ducati NON fa demoride in pista per utenti comuni, se non per giornate stampa dove tutti i partecipanti sono sempre entusiasti e soddisfatti, l’esperienza MV è stata di gran classe, sicuramente molto dispendiosa per MV che non naviga in buone acque, ma con stile. Ducati per imparare a guidare un monster al DRE ti chiede 400€…e la pista non la vedi nemmeno da lontano e fai gli otto sul parcheggio!!! Sono due approcci differenti, Ducati ormai non ha più bisogno di fare promozione, certa dell’elitarietà del suo marchio e del totale asservimento della stampa di settore, mentre MV, dovendo farsi spazio, ha scelto una formula che reputo di “classe”: zero spese per chi prova, basta prenotarsi.